Interoperabilità con altri servizi ISO-ILL

L’obiettivo attuale del servizio ILL SBN è quello di costituire un ponte in grado di far comunicare tra loro biblioteche che usano applicativi diversi in modo che ciascuna biblioteca continui a utilizzare la propria procedura, ma possa, tramite ILL SBN, gestire richieste di prestito interbibliotecario e fornitura documenti  anche con biblioteche che adottano software e protocolli diversi.
 
Il server ILL SBN è, infatti, in grado di inviare, ricevere e gestire richieste di prestito interbibliotecario e fornitura documenti con i servizi ISO ILL basati su protocollo tcp/ip attraverso il gateway http-tcp/ip realizzato nell'ambito del progetto di evoluzione del sistema ILL SBN.
 
Nell’ambito dello stesso progetto, l’OPAC SBN è stato arricchito di una funzionalità che consente di attivare le richieste di documenti localizzati su cataloghi interrogabili tramite protocollo Z39.50.

Il colloquio attraverso il gateway, inizialmente sperimentato con le biblioteche Aleph 500, con la collaborazione delle Università degli studi di Udine e Firenze, è ora attivo anche con le biblioteche Alma. Nel 2014 l'ICCU ha siglato un protocollo di intesa con l'Associazione Italiana Utenti ExLibris ITALE per la cooperazione nell'ambito del servizio di prestito interbibliotecario e fornitura documenti. Nel 2019 la cooperazione è stata rinnovata con apposito provvedimento.
 
Perché ILL SBN possa costituire un ponte in grado di far cooperare biblioteche che partecipano a sistemi diversi sono necessari alcuni presupposti di carattere tecnico e operativo.

In particolare è importante che:
  • le modalità di colloquio possibili siano condivise da tutti gli applicativi interessati a interoperare con il server ILL, in modo che non si creino disallineamenti e difficoltà nella comunicazione (vedi: specifiche tecniche ILL SBN)
  • siano individuati e condivisi da tutti gli applicativi interessati a cooperare alcuni elementi comuni (es. identificativo per le biblioteche partner) e concordate alcune norme di comportamento (es. tipologia dei servizi forniti, modalità di fornitura, tempi di risposta) che garantiscano un servizio efficiente (vedi: Gruppo di lavoro per la cooperazione tra ILL SBN e altri applicativi)
 
 
Per ulteriori informazioni: Egidio Incelli