ICCU | Istituto Centrale per il Catalogo Unico - Censimento relativo ai manoscritti e alla loro bibliografia: MANUS e BibMan
Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Indice dei servizi online

Menu di navigazione
Home page »  Attività  »  Attività nazionali  »  Censimento relativo ai manoscritti e alla loro bibliografia: MANUS e BibMan

Menu di navigazione principale




Indice dei servizi online


Contenuto della pagina


Censimento relativo ai manoscritti e alla loro bibliografia: MANUS e BibMan

Nel quadro delle iniziative del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di inventariazione e catalogazione  e valorizzazione del patrimonio librario manoscritto, l'Istituto coordina e gestisce il progetto del Censimento nazionale dei manoscritti posseduti dalle Biblioteche Italiane e della loro Bibliografia. Al progetto partecipano più di 200 biblioteche: statali, di enti locali, ecclesiastiche e private, che, in stretta collaborazione con l'Istituto, contribuiscono in vario modo alla sua realizzazione.

Il censimento e la sua realizzazione costituiscono una base dati on line, a cui si accede, per la catalogazione e l’interrogazione via Internet. L’archivio Biblioteche, Fondi e Segnature è affiancato da altri archivi che contengono voci di autorità per autori, immagini e pagine significative a supporto delle descrizioni.
Per quanto riguarda le scelte catalografiche ci si riferisce, oltre alla Guida a una descrizione uniforme dei manoscritti e al loro censimento, Roma, Iccu, 1990, anche alle decisioni prese d’intesa con la Commissione Indici e Cataloghi della Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti culturali e il Diritto d’autore.

BibMan permette l'interrogazione online della Bibliografia dei manoscritti in alfabeto latino posseduti dalle biblioteche italiane.
La bibliografia attualmente disponibile è quella corrente (dal 1990) ed è il prodotto dello spoglio di 8.090 tra monografie (M), poligrafie (G) e periodici (P), effettuato dai bibliotecari degli enti partecipanti al progetto. L’arco temporale da documentare è molto vasto, dal Virgilio Mediceo della Biblioteca Medicea Laurenziana (FI 100 Plut.39.1) del V secolo a un corpus di lettere di Vincenzo Cardarelli acquisite nel 1998 dal Centro di ricerca sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei (PV 293 Fondo Cardarelli).

Ultimo aggiornamento: 13.03.2014