ICCU | Istituto Centrale per il Catalogo Unico - DCH-RP Digital Cultural Heritage Roadmap for Preservation
Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Indice dei servizi online

Menu di navigazione
Home page »  Attività e servizi  »  Attività internazionali  »  DCH-RP Digital Cultural Heritage Roadmap for Preservation

Menu di navigazione principale




Indice dei servizi online


Contenuto della pagina


DCH-RP Digital Cultural Heritage Roadmap for Preservation


Il progetto, coordinato dall’ICCU, è stato avviato a ottobre 2012 e coinvolge 13 partner di 8 nazioni europee:
  • Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche - Italia
  • Riksarkiver - Svezia
  • Belgian Federal Science Policy Office - Belgio
  • Eesti Vabariigi Kultuuriministeerium - Estonia
  • Collection Trust - Regno Unito
  • Promotetr - Italia
  • European Grid Initiative - Paesi Bassi
  • Istituto nazionale di fisica nucleare - Italia
  • Poznańskie Centrum Superkomputerowo Sieciowe - Polonia
  • Nemzeti Információs Infrastruktúra Fejlesztési Intézet - Ungheria
  • EDItEUR - Regno Unito
  • TERENA - Paesi Bassi
  • Michael Culture - Belgio
Le attività previste nel progetto DCH-RP sono finalizzate all'indagine e alla definizione di strumenti e procedure per la conservazione digitale del patrimonio culturale, attraverso la progettazione di una Roadmap condivisa e avvalendosi dell’uso delle e-Infrastructure per la ricerca quale canale per la fornitura di servizi nel settore della Digital Cultural Heritage (DCH).

Il progetto è articolato in 5 Work Package:
  • WP1 Gestione del progetto
  • WP2 Attività di promozione del progetto e di diffusione sul medio e lungo periodo dei risultati conseguiti
  • WP3 Progettazione di una Roadmap per la conservazione del patrimonio culturale digitale
  • WP4 Identificazione di casi di studio e di buone pratiche
  • WP5 Attività di test sulle e-infrastructures applicate a piattaforme esistenti (Proof of Concepts PoCs)
Nell’ambito delle attività svolte nel WP5 è in corso una prima sperimentazione italiana che fa riferimento a esistenti infrastrutture di storage  quali Internet Culturale/MagTeca e Magazzini Digitali.
Nel contesto del progetto  DCH-RP è stato costituito un Gruppo di lavoro nazionale, a cui partecipano l’ICCU (coordinatore), la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, la Biblioteca Vaticana, il Consorzio GARR e la Società Promoter.
 
Per maggiori approfondimenti sul progetto DCH-RP, sulla documentazione pubblica prodotta dai Work Package, sugli eventi e le news, consultare il sito: http://www.dch-rp.eu.

Per informazioni: Patrizia Martini
Ultimo aggiornamento: 17.10.2016