ICCU | Istituto Centrale per il Catalogo Unico - Commissione per il mantenimento, l’aggiornamento e la diffusione delle Regole Italiane di Catalogazione
Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Indice dei servizi online

Menu di navigazione
Home page »  Attività e servizi  »  Gruppi di lavoro e commissioni  »  Commissione per il mantenimento, l’aggiornamento e la diffusione delle Regole Italiane di Catalogazione

Menu di navigazione principale




Indice dei servizi online


Contenuto della pagina


Commissione per il mantenimento, l’aggiornamento e la diffusione delle Regole Italiane di Catalogazione

Con DD 28/10/2015 è stata istituita la Commissione per il mantenimento, l’aggiornamento e la diffusione delle Regole Italiane di Catalogazione che opererà in luogo della Commissione permanente per l’aggiornamento e le eventuali semplificazioni delle regole per la compilazione del catalogo alfabetico per autori nelle biblioteche italiane.
 
La Commissione ha il compito di curare il monitoraggio e l’evoluzione del codice italiano di catalogazione, in raccordo con le normative operanti a livello nazionale e internazionale e con gli sviluppi dell’architettura di SBN. 
La Commissione sta lavorando su due linee principali:
  • la revisione e l’aggiornamento del testo delle REICAT (edizione a stampa del 2009 integrata con l’errata corrige) da caricare online nell’ambiente MediaWiki 
  • l’ipotesi di un testo ridotto delle Regole per finalità soprattutto didattiche
Contestualmente, la Commissione sta analizzando gli standard e gli strumenti internazionali al fine di esaminarne le novità maggiormente significative per armonizzare la normativa nazionale.
 
Ritenendo di fondamentale importanza un contatto e un confronto diretto con le singole realtà bibliotecarie italiane, la Commissione invita tutte le biblioteche e i catalogatori che abbiano osservazioni, commenti, richieste di chiarimenti e segnalazioni di casi relativi alle Regole a sottoporli ad essa, tramite mail, all’indirizzo reicat.2016@beniculturali.it
Ultimo aggiornamento: 31.03.2016